Santiago del Cile: Andre Vltchek racconta a l’AntiDiplomatico la lotta del popolo contro il regime neoliberista

La rivolta popolare contro il neoliberismo selvaggio continua in Cile. Nonostante la feroce repressione scatenata contro i manifestanti a segnare una linea di continuità tra la dittatura fascista del generale Pinochet e la cosiddetta democrazia cilena. Repressione e neoliberismo. Nulla è cambiato in Cile. Per questo il popolo allo stremo è deciso a ribaltare questo scellerato e iniquo sistema.

Per l’analista politico, giornalista e regista Andre Vltchek, che ha raggiunto Santiago del Cile per seguire in prima persona le manifestazioni di protesta, si tratta di «una vera rivoluzione, qui in Cile.

Il popolo è coraggioso e sa quel che vuole: socialismo, fine del neoliberismo; combattono per il Cile che l’occidente ha distrutto con il golpe del 1973 realizzato da Pinochet. Quello che succede qui è impressionante, eroico. Viva Chile!».

Da Plaza Italia, nel centro di Santiago, con una serie di brevi video inviati in esclusiva alla redazione de l’AntiDiplomatico, Vltchek, racconta la feroce repressione operata contro i manifestanti dal governo del fascioliberista Sebastián Piñera e assicura che in Cile il popolo porta avanti «una battaglia per il socialismo».

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.