USA offrono 3 milioni di $ per perseguitare Cuba

Nello stile del “vecchio ovest”, l’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale  (USAID) sta offrendo una ricompensa sino a tre milioni di dollari a organizzazioni, dentro e fuori dall’Isola, per perseguitare, loro dicono “investigare, compilare e analizzare informazioni relazionate con violazioni dei diritti umani” includendo il “lavoro forzato” del personale medico esportato all’estero».

La dichiarazione della USAID, resa pubblica lunedì 5 agosto, reitera le menzogne di sempre contro la collaborazione medica cubana e non apporta niente al discorso imperiale.

La «caccia che la USAID» pretende di scatenare contro le missioni mediche cubane all’estero e contro  servizi di salute nell’Isola, prosegue la rotta del Dipartimento di Stato degli USA del 20 giugno scorso, per includere Cuba nella “lista nera” dei paesi che permettono la tratta delle persone.

In che lista andrebbe inserito un paese che perseguita un altro per salvare vite umane?

Il Presidente cubano, Miguel Díaz-Canel, dal suo account in Twitter ha denunciato con forza la campagna di falsità contro l’Isola grande delle Antille:

«Gli Stati Uniti non hanno autorità, né morale, e ricorrono sistematicamente alla menzogna e alla calunnia.

Sul valore della collaborazione medica cubana ha sottolineato che è un esempio di solidarietà, umanità e cooperazione nobile e legittima tra i paesi del sud».

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.