Denunciano che gli USA persistono nelle aggressioni contro Cuba

Gli Stati Uniti persistono nell’utilizzare il termine “attacchi” per riferirsi agli allegati incidenti di salute riportati dai diplomatici nordamericani a L’Avana, anche se la scienza non appoggia tali accuse, ha reiterato oggi il Governo cubano.

Non ci sono evidenze, né risultato investigativo riferito alla scienza che giustifichi l’uso del termine “attacchi” che Washington continua ad utilizzare pubblicamente, benché negli incontri ufficiali riconosca che non esistono evidenze, ha affermato il direttore generale per gli Stati Uniti della cancelleria cubana, Carlos Fernandez de Cossio.

In una conferenza stampa, il funzionario ha detto che le investigazioni cubane ed i risultati degli scambi di criteri con autorità degli Stati Uniti non permettono di sostentare le ipotesi che si sia prodotto nessun attacco.

L’indagine dell’Ufficio Federale di Investigazione scarta l’ipotesi di un attacco acustico, sonico, ultrasonico o “infrasonico”, ha aggiunto davanti a giornalisti nazionali e stranieri.

Inoltre ha insistito che negli scambi ufficiali col Governo degli Stati Uniti, con presenza di personale diplomatico e medico in entrambi i casi, non si è presentato in nessun momento evidenzia di nessun attacco.

Questo tema è stato oggetto di manipolazione politica da parte di Washington, con accuse infondate che sono servite come pretesti per prendere misure che attentano contro le relazioni bilaterali in multipli piani con la riduzione del personale diplomatico, l’espulsione ingiustificata di diplomatici cubani dagli Stati Uniti, l’emissione di un’allerta di viaggio e la sospensione dei servizi consolari a L’Avana, ha puntualizzato.

Da parte sua, Mitchell Valdes, direttore del Centro di Neuroscienza di Cuba, ha riassunto il lavoro realizzato dal comitato degli esperti cubani e l’Accademia di Scienze dell’isola sui supposti incidenti di salute riportati dai diplomatici degli Stati Uniti.

Valdes ha spiegato che d’accordo con la commissione medica cubana conformata per questo caso nessuno dei sintomi sono stati causati dagli allegati attacchi sonici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.