Notizie Prensa Latina 17 – 21 settembre

La Nuova Costituzione a Cuba la scrive il Popolo.

 

I cubani in Nicaragua appoggiano la consultazione popolare sulla Costituzione

17.9 – I cubani residenti in Nicaragua hanno oggi appoggiato la consultazione popolare sul progetto di nuova Costituzione sull’isola, considerandola un esercizio democratico e rappresentativo dello Stato rivoluzionario. Durante un’intervista con Prensa Latina, Aimée Aedo ha sottolineato l’importanza che tutto il popolo possano discutere e proporre cambiamenti, con i giovani come protagonisti essenziali nel processo di riforma della Costituzione. “Si tratta di un grande passo avanti verso una società più giusta e più democratica in cui i diritti individuali, sociali, economici, culturali, civili e politici di tutti i cittadini sono ampliati e protetti”, ha detto.

Il turismo nell’oriente cubano crescerà fino al 2030

17.9 – Lo sviluppo del turismo nella cayeria della provincia cubana orientale di Camagüey ha proposto un ampio sviluppo che si estende fino al 2030 con circa 25.000 camere d’albergo, riportano oggi i rapporti ufficiali. Una relazione pubblicata questo lunedì dal quotidiano Granma, aggiunge che ogni obiettivo di lavoro è svolto da personale esperto con rigorosi standard di qualità. L’apertura nei prossimi mesi del primo hotel a essere costruito a Cayo Cruz, Esmeralda, significa l’inizio definitivo dello sviluppo turistico nella cayería nord di Camagüey, previsto fino al 2030.

Cuba cerca di invertire il processo di degrado del suolo

17.9 – Cuba sta sviluppando un programma globale di conservazione e miglioramento del suolo per invertire il processo di degrado di questa risorsa naturale, indispensabile per la produzione alimentare, ha detto oggi una fonte del settore. In una conversazione con Prensa Latina, Dagoberto Rodríguez, direttore di Suoli e Fertilizzanti del Ministero dell’Agricoltura (MINAG), ha detto che lo scopo è quello di raggiungere questo obiettivo, ma basato su una concezione integrale dell’agricoltura sostenibile, la cui missione è produrre cibo e rispondere alle esigenze della popolazione.

Cuba disposta a dialogare senza condizioni di sovranità

17.9 – Il Presidente di Cuba, Miguel Diaz-Canel, ha dichiarato che il Governo e il popolo della nazione caraibica sono oggi impegnati in un dialogo rispettoso con gli Stati Uniti e senza condizionamenti alla sovranità nazionale. “Non accetteremo imposizioni, figuriamoci dagli Stati Uniti. Non si può dialogare quando una delle parti vuole che tu ti sottometta alle loro direttrici”, ha sottolineato il Capo di Stato in un’intervista esclusiva con la catena multinazionale Telesur. Nella sua prima intervista con i media internazionali, Diaz-Canel, ha parlato delle questioni rilevanti della realtà cubana che comprendono la riforma costituzionale, il blocco imposto dal Governo degli Stati Uniti, e la situazione di ingerenza in diversi paesi latinoamericani.

Il dibattito sul progetto costituzionale cubano entra nella sua sesta settimana

17.9 – Il dibattito sulla bozza della nuova Costituzione di Cuba, che sostituirà quella in vigore dal 1976, entra oggi nella sua sesta settimana nei luoghi di lavoro, quartieri, unità militari e altre realtà dell’isola caraibica. Tra le questioni più controverse sono la possibilità per i cubani di investire nel loro paese, la concentrazione della ricchezza, la cittadinanza effettiva, il limite di età per il Presidente della Repubblica e il matrimonio tra persone dello stesso sesso. Nella maggior parte delle riunioni tenute, i partecipanti hanno convenuto che la modernizzazione della Costituzione è essenziale per continuare la costruzione della società socialista.

Cuba aggiorna il modello economico e sociale nonostante il blocco degli Stati Uniti

17.9 – Il Presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel, ha sottolineato che il Governo e il popolo della nazione caraibica aggiornano oggi il modello economico e sociale nonostante il blocco imposto dalle autorità degli Stati Uniti. Nel corso di un’intervista esclusiva concessa ieri alla catena multinazionale Telesur, il presidente ha dichiarato che la riforma costituzionale in corso di elaborazione amplia “la visione sui diritti civili e umani. È uno sguardo responsabile, obiettivo e realistico”. Di fronte alla questione delle ripercussioni internazionali del processo di consultazione della Costituzione e se la Rivoluzione nega il suo carattere socialista e comunista, Díaz-Canel ha sottolineato che il rinnovamento degli elementi viene discusso senza rinunciare ai principi ideologici e costitutivi.

Negli Stati Uniti considerato molto avanzato il progetto di Costituzione cubana

18.9 – La nuova bozza della Costituzione cubana è molto avanzata e il processo che si sta sviluppando oggi per dare un parere su di essa è estremamente prezioso, ha detto a Washington un emigrante dell’isola caraibica. Manuel Gómez, che vive negli Stati Uniti dal 1961, ha detto in un’intervista a Prensa Latina che si vedranno risultati positivi per Cuba e che anche le relazioni tra il paese e l’emigrazione miglioreranno. La possibilità per quelli di noi che vivono in altre nazioni di dare criteri sul testo rafforza gli sforzi del Governo cubano e dei settori degli emigranti per avvicinarsi di più, ha detto il biochimico di formazione, con un dottorato nella salute pubblica.

Il blocco degli Stati Uniti colpisce anche istituzioni religiose cubane

18.9 – Il blocco imposto dagli Stati Uniti e la politica ostile di questo paese nei confronti di Cuba danneggiano anche le istituzioni religiose, ha detto Enrique Alemán, coordinatore della Piattaforma per il Dialogo Interreligioso sull’Isola. Secondo Alemán, che è anche membro dell’Assemblea Nazionale del Poder Popular (Parlamento), il blocco degli Stati Uniti trascende i piani economici, finanziari e commerciali e limita, tra gli altri aspetti, lo scambio di criteri delle diverse aziende nella più grande delle Antille con le loro controparti all’estero. Durante un forum on-line convocato ieri dall’Istituto Cubano di Amicizia con i Popoli (ICAP) per condannare il blocco, il parlamentare ha commentato che le istituzioni religiose costituiscono una parte molto attiva e sensibile della società civile del paese.

I lavoratori cubani in Turchia dibattono sulla riforma costituzionale

18.9 – I lavoratori cubani legati all’Agenzia Escenarte hanno tenuto una riunione ad Antalya, nel sud della Turchia, per discutere la riforma costituzionale, secondo quanto comunicato oggi da fonti consolari a Prensa Latina. All’incontro tenutosi ad Ankara ha partecipato buona parte delle 37 persone temporaneamente insediate in Turchia, la maggior parte dei quali artisti e ballerini, insieme all’Ambasciatore cubano nel paese, Luis Alberto Amorós, e alla console Mayvet González. I funzionari diplomatici hanno affrontato diverse questioni, sottolineando il processo di riforma costituzionale che continua sull’isola e il fatto senza precedenti di aprire la partecipazione ai residenti cubani all’estero.

Ricordato a Cuba il viaggio del primo cosmonauta dell’America Latina

18.9 – I cubani ricordano oggi uno degli eventi più importanti della storia della nazione e dell’America Latina, il viaggio nel cosmo compiuto 38 anni fa dal cosmonauta Arnaldo Tamayo. In un giorno come oggi, ma nel 1980, Tamayo – originario della provincia orientale di Guantánamo – partì per lo spazio come parte di un equipaggio misto cubano-sovietico. Secondo le note storiche, il razzo portante che avrebbe messo in orbita la navicella spaziale Soyuz 38 ha iniziato il suo percorso dal cosmodromo Baikonur, nel Kazakistan, e ha effettuato il volo verso il complesso orbitale Saliut 6.

Il progetto di Costituzione cubana dibattuto nei paesi dell’Africa australe

19.9 – Le discussioni sul progetto di nuova Costituzione cubana in Sudafrica e nei regni del Lesotho e di Eswatini (ex Swaziland) hanno portato finora a 326 proposte di cambiamento, ha detto oggi l’Ambasciatore Rodolfo Benitez. Queste persone, ha detto, rappresentano la collaborazione di Cuba nei settori di salute, istruzione, difesa, costruzioni e risorse idriche, oltre al personale dell’Ambasciata cubana. Il diplomatico, che rappresenta l’isola nelle tre nazioni e con residenza a Pretoria, ha spiegato a Prensa Latina che sono previsti 30 incontri di consultazione sul progetto, 28 dei quali in Sudafrica e rispettivamente uno nel Lesotho e uno nell’Eswatini, con la partecipazione totale di 626 cubani.

La ministro presidente della Banca Centrale di Cuba conclude la visita in Italia

19.9 – La Ministro Presidente della Banca Centrale di Cuba (BCC), Irma Martínez, ha concluso oggi una visita di tre giorni in Italia, durante la quale ha incontrato rappresentanti di istituzioni finanziarie, imprenditori e personalità del Governo e dello Stato. Nelle dichiarazioni a Prensa Latina, la Martínez ha definito soddisfacenti i risultati del suo soggiorno, in cui ha notato la volontà della parte italiana di continuare ad approfondire le relazioni bilaterali in settori di comune interesse, soprattutto nelle priorità dei piani di sviluppo dell’isola fino al 2030.

Artisti di compagnie provenienti dagli Stati Uniti parteciperanno a un gala in un festival a Cuba

19.9 – Ballerini di diverse compagnie nordamericane parteciperanno a uno spettacolo a Cuba nell’ambito del 26° Festival Internazionale di Balletto di La Habana Alicia Alonso, hanno comunicato oggi gli organizzatori dell’evento. L’iniziativa si svolgerà a La Habana dal 28 ottobre al 6 novembre con la partecipazione di artisti provenienti da diversi paesi. Sotto il titolo “Stars of American Ballet” (Stelle del Balletto Americano), i rappresentanti del New York City Ballet (NYCB) e di altri importanti gruppi statunitensi si esibiranno al Teatro Mella il 29-30 ottobre.

Un esperto mette in evidenza i punti di forza della riforma costituzionale cubana

20.9 – L’approvazione dell’azienda statale socialista come forma fondamentale di produzione a Cuba e le garanzie per gli investitori stranieri sono alcuni dei punti di forza del progetto di Costituzione della Repubblica, ha rivelato oggi a La Habana un esperto. Nelle dichiarazioni a Prensa Latina, Faustino Covarrubias, ricercatore del Centro Studi dell’Economia Mondiale a Cuba, ha anche stimato che il contributo maggiore del progetto di Costituzione è l’audacia e la pertinenza di temperare la Costituzione nazionale all’attuale ambiente economico: “Ora ci sono nuovi attori dell’economia, come i lavoratori autonomi e la cooperativa non agricola, e il progetto di Costituzione incorpora questi elementi nuovi del nuovo ambiente economico, dando loro uno spazio”, ha detto.

L’Hotel Nacional nominato Leader di Cuba

20.9 – L’Hotel Nacional è stato nominato Leader di Cuba, così come è stato inteso oggi da una relazione della direzione che fa riferimento alla storia e alla qualità dei servizi di questa struttura. La categoria di Hotel Leader di Cuba sarà annunciata il 22 settembre a Montego Bay, in Giamaica, con la cerimonia di gala del 2018 per i Caraibi e il Nord America. Questa è una nomination per il Travel World Awards, considerato l’Oscar del turismo. Il Nacional è un simbolo di storia, di architettura e di cubanía, emblema della nazione cubana, è Patrimonio, Monumento e Memoria del mondo, rimarca la nota di gestione inviata a Prensa Latina questo giovedì.

Il blocco degli Stati Uniti contro Cuba è un peccato, dice un esperto americano

21.9 – Il blocco del Governo degli Stati Uniti contro Cuba è un peccato, e non ha alcun senso, ha detto oggi un medico statunitense che partecipa a La Habana alla VII Conferenza Internazionale Psico-Habana 2018. Questa politica è in vigore da oltre 50 anni e l’unica cosa che hanno ottenuto è di far soffrire la gente di quest’isola, ha detto l’esperto di medicina interna Allison Schachter a Prensa Latina. Ho la speranza che prima o poi tutto cambierà, ha espresso il secondo giorno della riunione che si terrà fino a domani con la partecipazione di rappresentanti di circa 10 paesi.

Non potranno mai bloccare la sovranità di Cuba, dice la Vice-Presidente

21.9 – Siamo una piccola isola bloccata dagli Stati Uniti, ma non saranno mai in grado di bloccare la solidarietà del nostro paese, ha detto oggi la Vice-Presidente cubana Beatriz Johnson, quando ha incontrato a San Pietroburgo il vice-presidente del Senato russo, Ilyas Umajanov. Durante l’incontro nel palazzo Tavrichesk, dove da ieri si svolge il II Forum Eurasiatico delle Donne, i due dirigenti hanno sottolineato i forti legami di amicizia tra i due paesi e i due popoli.

Brasile, il mercato sudamericano di viaggi in più rapida crescita per Cuba

21.9 – Il Brasile ha consolidato la sua condizione di mercato sudamericano con la più alta crescita del numero di turisti a Cuba, accumulando finora un incremento del 14.9 % rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Tra il 1° gennaio e il 18 settembre, oltre 29.200 brasiliani si sono recati sull’isola, ha detto Mariano Fernández, il consulente turistico responsabile di seguire questo andamento, a Prensa Latina. Con questo risultato, il Brasile si è posizionato al 17° posto come mercato di emissione verso Cuba, un rapporto che vede in testa il Canada con oltre 847.200 turisti e in cui il Messico (9°) è il paese latino-americano meglio posizionato tra i primi 20 mercati emittenti, con poco più di 122.300 viaggiatori e una crescita del 20.3%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.