Il 9 ottobre 1967 Ernesto Guevara veniva assassinato

Ernesto Guevara, più noto come el Che è stato un rivoluzionario, guerrigliero, scrittore e medico argentino.

Ernesto Rafael Guevara de la Serna (suo nome completo) fu membro del Movimento del 26 luglio e dopo il successo della rivoluzione cubana assunse un ruolo nel nuovo governo (direttore del Banco Nacional e di ministro dell’Industria). Nella prima metà del 1965 lasciò Cuba per recarsi, prima nell’ex Congo belga (ora Repubblica Democratica del Congo), poi in Bolivia per dirigere un movimento di liberazione destinato a diffondersi in tutto il cono meridionale latinoamericano. L’8 ottobre 1967 venne ferito e catturato da un reparto anti-guerriglia dell’esercito boliviano (assistito da forze speciali statunitensi costituite da agenti speciali della CIA) a La Higuera, nella provincia di Vallegrande (dipartimento di Santa Cruz). Che Guevara venne assassinato il 9 ottobre 1967, da parte della CIA. Il suo cadavere, dopo essere stato mutilato delle mani onde evitare di identificare le impronte, fu legato ai pattini di un elicottero, portato a Vallegrande ed esposto al pubblico nella scuola del villaggio. Fu sepolto in un luogo segreto e ritrovato da una missione di antropologi forensi argentini e cubani, autorizzata dal governo boliviano di Sanchez de Lozada, nel 1997. Da allora i suoi resti si trovano nel mausoleo di Santa Clara di Cuba.

Il Che è un esempio di un medico, di un rivoluzionario e di un guerrigliero.

Nato il 14 giugno 1928, Rosario, Argentina

Assassinato il 9 ottobre 1967, La Higuera, Bolivia

Hasta la victoria siempre. Patria o muerte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.